mercoledì 11 agosto 2010

Complesso turistico a Pola

Complesso turistico di Puntizela a Pola
Di ostelli a Pola c'è ne sono tanti , vi consiglio un complesso turistico che offre il soggiorno nel campeggio, nelle casette di legno e nelle abitazioni a tipo ostello, situato in una localita particolarmente bella, sulla costa Istriana sud-occidentale di fronte alle isole di Brijuni.

Puntizela si trova circa sette chilometri distante dal centro di Pola, cinque chilometri da Fazana, punto di partenza per le isole di Brijuni, e una quindicina di chilometri dall'aeroporto di Pola.

L'ostello ha oltre 260 posti letto, adatti alla vacanza di bambini e giovani, e offre la possibilita di sistemazione in appartmenti anche nel paese vicino di Stignano.

Questa società offre le seguenti offerte:

  • campeggio
  • ostello per bambini e giovani (con programma "Scuola all'aperto")
  • offerta gastronomica
  • centro subacqueo - diving club
  • sport e animazione
  • attivita agenziali (organizzazione di gite, cambio valute ecc.)

Tutto questo si svolge sullo spazio di 15 ettari.

sito web dell'ostello www.puntizela.hr

Come arrivare a Pola?

Se arrivate in auto:

da ovest:Trieste –Capodistria – Buie – Pola
da nord: Villach – Lubiana – Capodistria – Buie – Pola
da est: Zagabria – Fiume – Tunnel Monte Maggiore (Učka) – Pisino – Pola

In motonave o yacht:
attraverso il valico di confine di Pola


In aereo:

Aeroporto internazionale di Zagabria – aeroporto di Pola
Distanza stradale tra pola e alcune citta' in croazia e all' estero:

Fiume – 102 km,
Zagabria – 288 km,
Dubrovnik - 696 km,
Trieste – 126 km,
Vienna – 593 km,
Francoforte - 1030 km,
Amsterdam – 1490 km,
Londra – 1750 km,
Monaco di Baviera – 607 km,
Milano – 535 km,
Roma – 756 km,
Graz – 398 km.

Vacanze a Pola


Pola è la città più grande della penisola istriana ed il centro amministrativo di questa regione croata. La città offre ai turisti una vacanza piacevole, visite interessanti dei monumenti culturali e storici, passeggiate per parchi sistemati e ben curati, un’ottima cucina che comprende specialità regionali istriane e specialità mediterranee e un programma eccezionale di manifestazioni culturali e d’intrattenimento.
La città di Pola conta 60.000 abitanti.

per quanto riguarda l'archeologia vi è una grande presenza di tracce illiriche , con tanti monumenti tra qui uno dei più importanti è l’anfiteatro di Pola – Arena. Ospitando oggi tanti artisti e complessi artistici di fama mondiale ed il famoso Festival del Cinema, l’Arena collega il tempo antico col tempo in cui viviamo.


Potete raggiungere Pola via terra, via mare oppure via aerea. L’aeroporto dista soli 5 km dalla città.


da visitare a Pola

  • L'Arena, simbolo della città, eretta nel I secolo sotto l'imperatore Vespasiano
  • Il Tempio di Augusto
  • La Porta Aurea (Arco dei Sergii)
  • La Porta di Ercole
  • Il teatro romano
  • Il Castello che sovrasta l'abitato
  • Il Duomo
  • La via Sergia, oggi Ulica Sergijevaca, strada principale che porta dall'Arco dei Sergi a piazza Foro
  • Piazza Dante Alighieri, oggi Danteov Trg, con la chiesa della Madonna della Misericordia, che dà l'abside alla via Sergia, e il palazzo delle Poste, in stile fascista
  • I Giardini
  • La chiesa della Madonna del Mare, oggi Gospa od Mora, sopra l'Arsenale, a lastre di marmo bianco e rosa, consacrata dagli austriaci nel 1898 come chiesa della marina
  • Il porto, tra Punta Cristo e Punta Fisella, con il cantiere navale di Scoglio Olivi
  • Viale Carrara, oggi Mate Balote
  • La Facoltà di Filosofia dell'Università di Pola, costruita dagli austriaci nel 1915 come liceo femminile, poi divenuto il ginnasio-liceo "Carducci"

lunedì 26 luglio 2010

Vacanze a Osijek

Osijek è situata nella pianura della Slavonia in Croazia, la regione agricola più forte. La città è il centro e una delle più grandi città in Croazia.

Ha un’offerta culturale molto interessante.


La città venne menzionata per la prima volta nel XII secolo come il luogo di attraversamento del fiume Drava anche se i primi insediamenti in questa zona risalgono ai tempi preistorici.

Osijek è il capoluogo della Contea di Osijek e della Baranja, sede universitaria. È situata a 90 m s.l.m. a la sponda sud della Drava.

Con suoi 114.616 abitanti, Osijek è il quarto centro della Croazia.

Oggi a Osijek ci sono 90.000 abitanti.

sito della città www.osijek.hr

mercoledì 21 luglio 2010

Luoghi da visitare a Fiume

Luoghi di interesse a Fiume

Palazzi

* Palazzo del Municipio (ex sede del Banco di Roma)
* Palazzo dell'archivio di stato
* Palazzo Modello
* Palazzo del governo
* Palazzo di Giustizia
* Palazzo Adria
* Palazzo Ploech
* Palazzo della Filarmonica
* Palazzo Baccich
* Palazzo della Scuola media superiore italiana
* Casa veneziana
* Casa Rinaldi


Edifici religiosi

* Cattedrale di San Vito
* Chiesa ortodossa di San Nicola
* Chiesa di San Sebastiano
* Chiesa dei Cappuccini
* Chiesa di San Girolamo
* Sinagoga ortodossa di Fiume


Altri luoghi di interesse

* Teatro nazionale Ivan De Zajc
* Museo di Storia e Marineria
* Torre civica
* Arco Romano
* Mercati centrali
* Resti delle mura civiche
* Ruderi dei mulini lungo il corso dell'Eneo
* Rampa di lancio dell'ex Silurificio
* I bunker realizzati dal Regio Esercito Italiano

Vacanze a Fiume Croazia

Fiume in croato chiamata Rijeka , invece è chiamato in ungherese Fiume.
Fiume è un importante centro industriale al Nord Adriatico ed il porto croato più vicino alla terraferma. È la città con una lunga storia e forte centro urbano, la città della cultura e dell’arte. È famosa in tutto il mondo per il suo carnevale.
Gli insediamenti in questa zona risalgono alla preistoria e perciò la città d’oggi offre tante località culturali e storici. Oggi a Fiume ci sono 150.000 abitanti. Nel 1910 la città era abitata da 25 mila italiani e per cause della guerra molti italiani iniziarono un esodo verso l'Italia.

Il clima è mite, mediterraneo.
Fiume è collegata con l’autostrada con la terraferma, dista sole 2 ore dalla capitale della Croazia, Zagabria. Potete raggiungere Fiume in treno, via mare o via aerea. L’aeroporto si trova sull’isola vicina di Krk collegata con un ponte con la terraferma.

lunedì 19 luglio 2010

La vita notturna a Zagabria

A Zagabria d' estate ci si puo'divertire molto di più d'estate in quanto tutte le città della Croazia sono invase da turisti ogni anno.

Zagabria d'estate questa citta' fa sentire lo spirito del divertimento. Di sera alcune vie e anche interi quartieri sono vibranti di folla, tutti i bar sono pieni di gente disposta a divertirsi.
Quelli che preferiscono l'emozione del gioco e vogliono tentare la fortuna, possono godere dei numerevoli casino' negli alberghi di Zagabria.


Un fascino particolare che a questa citta' danno senza dubbio le botteghe di caffe' e le versioni moderne, i bar. Una chiaccherata tra amici davanti a un caffe' oppure un aperitivo e' una tradizione davvero forte a Zagabria e va sempre rispettata.

Molti frequentano i rinnovati caffe' sulla piazza centrale Trg bana J. Jelačića, mentre i giovani oggi sono molto piu' affezionati ai bar di uno stile moderno che a Zagabria ce ne sono veramente tantissimi.
Chi preferisce la musica e la danza alle chiaccherate sicuramente visitera' una delle discoteche della citta', oppure i club, alcuni di questi molto in voga con programmi ricchi e divertenti. Ma potranno godere anche dei club con musica jazz o swing. Oppure se uno preferisce ballare seguendo i ritmi del valzer, del tango, rumba, samba visitera qualche ristorante dove potra' avere anche una serata al lume di candela.
Insomma a Zagabria la vita notturna è un altra cosa.

Vacanze a Spalato Croazia

Spalato si trova nella Croazia del Sud. E una città importante sia a livello culturale che economico.Si trova in linea d'aria di fronte ad Ancona, ovviamante dall'altra sponda dell mar Adriatico.

E una città è una città con una storia millenaria visibile ad ogni passo nel centro storico. Oggi è la seconda città più grande della Croazia. Il temperamento mediterraneo e il ritmo urbano della città, tanti monumenti culturali storici, manifestazioni culturali e sportive sono soltanto alcuni motivi per venire a Spalato.


Spalato si trova al centro dell’Adriatico. A questa uscita nel Mediterraneo l’imperatore Diocleziano decise nel III secolo di far costruire un palazzo in cui ritirarsi a vivere dopo aver lasciato il trono di Roma. Oggi Spalato ha 200.000 abitanti. La città d’estate diventa un palcoscenico culturale, mentre d’inverno si trasforma in un’oasi soleggiata.


Attualmente, dei 188.694 abitanti 95,15% sono croati mentre i restanti 4,85% appartengono ad altre nazionalità (bosniaci, montenegrini, sloveni, serbi ed italiani).

Inoltre l' 88,37% dei cittadini sono cattolici, il 5,26% agnostici, il 3,78 % non dichiarano la loro religione, il 2,12% ortodossi e lo 0,46% appartengono ad altre religioni.


Spalato è famosa soprattutto per il Palazzo di Diocleziano, la porta Aurea e la cattedrale con il suo celebre campanile. È inoltre sede arcivescovile. Nelle vicinanze sono notevoli le rovine romane di Salona e gli scavi archeologici andrebbero ampliati, ma il paesaggio circostante è stato occupato, nel secolo scorso, da una vasta zona industriale. Sono comunque in studio piani di recupero e tutela. Subito ad Ovest si trovano le storiche località turistiche dei Sette Castelli e lo specchio di mare che da essi prende nome: la Baia dei Castelli, che la Penisola di Spalato insieme all'Isola di Bua separano dal Mar Adriatico.


Potete raggiungere Spalato via terra, cioè in automobile e in treno, oppure via aerea (l’aeroporto dista 25 km dalla città) o via mare con le linee costiere o internazionali.




per altre info cosiglio questo sito in 5 lingue www.visitsplit.com/15884/it/

La capitale della Croazia - Zagabria

Zagabria è la capitale e la città piu importante della Croazia, la sua sede amministrativa, politica, inoltre è un centro commerciale, universitario. La città offre numerosi eventi culturali e tante possibilità per divertirsi.


La città è caratterizzata dalla Città Alta e dalle vie pittoresche nel centro, dal fiume Sava e dalla montagna Medvednica che sorge alle spalle della città. Ci sono tanti spazi verdi adatti per passeggiate ed escursioni e vari mercati all’aperto attirano tanti turisti.


La nascita della città avviene dalla fusione di due borghi medievali, la cui prima testimonianza scritta risale al XI e XIII secolo e i cui resti sono stati conservati fino ad oggi.
La città offre numerose manifestazioni culturali durante tutto l’anno e tanti negozi interessanti.

L’aeroporto internazionale "Pleso International Airport" dista circa 17 km dal centro della città. Per raggiungere l'aeroporto c’è il collegamento garantito fino al centro. La stazione centrale ferroviaria ma anche la stazione degli autobus sono situate nel cuore della città , quindi l'aeroporto è facilmente raggiungibile.

sito web turistico di Zagabria www.zagreb-touristinfo.hr/?l=i

lunedì 10 maggio 2010

La cucina tradizionale Croata

La cucina risente molto dell’influenza della gastronomia mediterranea e di quella mitteleuropa.


Nell’entroterra Croato gli alimenti principali da cui nascono le ricette sono i cereali e gli ortaggi.

Spesso nei menù vengono proposti piatti misti ad esempio: misto carne contenente patate fritte, cipolla fresca, salse, insalata, pollo e maiale.

La Sarma: pietanza di origine turca preparata con foglie di cavolo arrotolato, ripiena di carne mista, suino e spezie.

Rižoto: pietanza di riso (simile al risotto italiano) origine veneziana.

Komerice: Ostriche (pescate nel canale di Lim e Stan) crude con un goccio di limone e/o un pò di aceto.

Prosciutto e formaggio: il prosciutto migliore provenie dalla dalmazia, subisce un particolare trattamento prima di essere affumicato. Il formaggio più noto è quello di pecora prodotto sull'isola di Pag. Insieme alle olive viene servito come antipasto.

Buzara: specialità tipica della Dalmazia, a base di scampi cotti nel sugo di pomodoro con spezie e cipolla. Lo stesso sugo viene utilizzato anche come condimento per la pasta.

Minestra: simile al minestrone italiano, viene preparata con ortaggi e verdure. La versione invernale prende il nome di Jota e si prepara con fagioli e crauti.

Pasticada: spezzatino di carne di manzo cotto lentamente con cipolla e spezie. Viene normalmente servita con gli gnocchi il che evidenzia l'influenza della cucina Italiana e Ungherese.

Pesce e frutti di mare: la grande qualità del pesce e l'ampia variatà del pescato permettono di proporre numerose pietanze, scampi, dentice, branzini, calamari, astice, polipo e granchi. Con i quali preparare specialità o una semplice grigliata mista.

Kruh: il pane, spesso preparato direttamente dai ristoranti o in casa. Se ne trova di tante forme e qualità, con sesamo soia e cereali.

Rožata: dolce tipico della Dalmazia, simile al Cream Caramel. Si prepara con caramello uova latte e liquore e si serve freddo.

Palačinke: uno dei più famosi dessert della Croazia.

Festività in Croazia

1 gennaio - Capodanno
6 gennaio - I Re magi Pasquetta
1 maggio - Festa del lavoro Resurrezione
22 giugno - Giorno della vincita contro il fascismo
25 giugno - Festa dello stato
5 agosto - Giorno del ringraziamento
15 agosto - Assunzione di Maria Vergine
8 ottobre - Giorno dell'indipendenza
1 novembre - Tutti santi
25-26 dicembre - feste di Natale

La moneta Croata

La valuta croata si chiama Kuna ed è in circolazione dal 1994 in sostituzione del dinaro in quanto prima si usava il la moneta Jugoslava).

Una Kuna si divide in cento lipe. L'abbreviazione in Croazia per la Kuna è KN mentre l'abbreviazione internazionale è HRK.

Anche se la Croazia non è ancora membro della Comunità Europea, in molte località si può già pagare con l'euro.
La Croazia a breve dovrebbe entrare in Unione Europea.
Quindi molti esercizi commerciali accettano il pagamento in Euro
Si ps

Sono presenti numerosi bancomat sopratutto nelle grandi città.

In generale sono largamente accettate le carte di credito Visa, Master Card, American Express, Diners e Sport Card International. Sono sicuramente accettate nei grandi centri turistici e specialmente sulla costa, negli hotel e ristoranti.

Isola di Rab Croazia

L'isola di Rab è situata nel golfo del Quarnero tra l'isola di Krk e l'isola di Pag, si estende in lunghezza per 22 km con una larghezza che varia tra i 3 e i 10 km.
Il monte Kamenjak protegge l'isola dai ventri frebbi provenienti dal Velebit. Nella parte pianeggiante grazie ai terreni fertili, alle condizioni climatiche favorevoli e alla presenza di sorgenti è diffusa la coltivazione della vite, ulivo e alberi da frutta.
Le spiagge sono poco cementate e mi è stata segnalata la presenza di spiagge di sabbia.
L'isola di Rab fu ceduta nel 1409 a Venezia e resto sotto il suo dominio fino al 1797. Nel 1805 passò sotto Napoleone per tornare sotto l'Austria nel 1814 fino al 1918. Dopo una breve occupazione italiana è passata definitivamente sotto la Jugoslavia. Durante la seconda guerra mondiale ha ospitato un campo di internamento fascista.
Come arrivare all'isola di Rab:
Sicuramente tramite traghetto, partendo da golfo del Quarnero">Baška o da Krk (sull'isola di Krk) per Lopar o per la città di Rab. Oppure partendo dal porto di Jablanac (Senj) per raggiunge Misnjak all'estremità meridionale dell'isola.

Località principali:
Kampor è un piccolo e tranquillo villaggio a circa dieci chilometri ad ovest di Rab.
Lopar con le sue spiagge di sabbia attrae il maggior numero di turisti. Barbat una piccola stazione balneare conserva ancora le giostre cavalleresche.